Corsa al digitale: l’Italia resta un passo indietro rispetto all’Europa

14 Aprile 2020

Corsa al digitale: l’Italia resta un passo indietro rispetto all’Europa

Se lo scorso anno l’Italia era agli ultimi posti in Europa (24esima su 27 paesi) per innovazione e trasformazione digitale, quest’anno probabilmente non riuscirà a fare molto meglio. Il Desi, il Digital Economy and Society Index, il rapporto attraverso cui l’Eurostat fotografa lo stato della digitalizzazione nei 27 paesi dell’Unione Europea, sarà pubblicato a maggio, ma l’analisi preliminare dei dati 2019 non fa ben sperare.

 

Il 17% degli italiani non ha mai usato internet

Innanzitutto, solo il 74% degli italiani utilizza internet almeno una volta alla settimana. Un dato molto distante da quello di Germania, Francia e Spagna, paesi in cui la corsa al digitale è molto più accelerata: ben l’87% della popolazione, infatti, naviga con una frequenza quantomeno settimanale. L’Italia è sotto anche la media europea, pari all’85%. Addirittura, c’è un 17% di nostri concittadini che non ha mai provato ad accedere al web: in Germania questa percentuale si ferma al 5%, in Inghilterra al 3% e in Svezia al 2%.

L’e-commerce non decolla

Non deve stupire, quindi, se in Italia l’e-commerce non decolla. Il 40% degli italiani non ha mai fatto un acquisto online o l’ha fatto più di un anno fa, contro il 25% degli europei. Un panorama desolante, che non cambia nemmeno se invece dei comportamenti in ambito digitale dei privati analizziamo quelli delle aziende. Dal 2015 al 2019, il numero di imprese italiane che vendono online è rimasto praticamente fermo, mentre nel resto d’Europa è aumentato. A ricavare dalle vendite in rete almeno l’1% del proprio fatturato sono il 10% delle aziende tricolore e il 18% di quelle europee.

Più banda larga per tutti

Del resto, solo l’84% degli italiani ha una connessione a banda larga: la media europea, invece, è dell’89%. È decisamente arrivato il momento di correre ai ripari. Come? Chiamateci e noi vi aiuteremo: Intred, infatti, vi offre soluzioni di telecomunicazione d’avanguardia, fra cui una rete in fibra ottica che vi garantisce connessioni super veloci. Così non rischierete di essere esclusi dalla corsa al digitale.

Il cattivo esempio della pubblica amministrazione

La pubblica amministrazione non sta certo dando il buon esempio in ambito digitale. Non solo promuove poche iniziative in favore della digitalizzazione, ma lo fa anche in modo incongruo, con poco supporto e spesso con un carico di complicazioni di vario tipo.

2020-04-14T14:22:21+00:00